Progetti. Cultura e sociale.

Progetto Interazioni

Interazioni è un progetto di educazione alla pace che mette al centro del proprio intervento la tematica della “convivenza e dello scambio tra culture diverse” a partire dalla consapevolezza che i fenomeni migratori in atto stanno determinando anche sul nostro territorio l’instaurarsi di un contesto multiculturale. Se si vuole evitare lo “scontro di civiltà”, da tante parti evocato come inevitabile esito di questo processo, occorre mettere in atto tutte quelle strategie volte alla sensibilizzazione, formazione, educazione ed integrazione della cittadinanza a diversi livelli capaci di instaurare un clima di dialogo e scambio interculturale.

Interazioni, progetto frutto della partecipazione di un’ampia rete di soggetti istituzionali e privati, offre alla cittadinanza occasioni di incontro, scambio e dialogo interculturale, grazie sia alla realizzazioni di eventi pubblici, sia alla qualità dei corsi e laboratori proposti, disposti lungo l’intero anno sull’intera Provincia di Rimini.

Obiettivi

1. Vincere la xenofobia e il razzismo attraverso strumenti della cultura e del dialogo interculturale.

2. Dare impulso alla circolazione di idee e persone ed alla creazione di una coesistenza pacifica.

3. Offrire opportunità aggregative e di cittadinanza attiva senza discriminazioni.

4. Promuovere una cultura della pace, del senso di rispetto e della comprensione fra i diversi gruppi etnici in una costante pratica di dialogo interculturale.

5. Motivare la coesione sociale attraverso la cultura del confronto e dello scambio come strumento per la costruzione di relazioni reciproche rispettose dell’identità e delle diversità di ogni espressione.

6. Contrastare, attraverso la conoscenza dell’altro, la diffusione di stereotipi, pregiudizi, discriminazioni legate all’ignoranza nei confronti delle culture diverse e/o minoritarie.

7. Stimolare le riflessioni sulle tematiche dei diritti umani e della giustizia sociale a partire dai territori locali.

8. Incrementare il protagonismo giovanile e le esperienze di scambio tra pari in un’ottica interculturale.

9. Sensibilizzare il territorio contro il razzismo.

10. Coinvolgere le comunità di immigrati presenti nella provincia di Rimini al fine di dare loro maggiore visibilità.

Azioni

Percorsi di formazione ed aggiornamento per operatori sociali, psicologi e insegnanti.

> Itinerari interculturali: conoscere le culture “altre”. Seminari intensivi di conoscenza e approfondimento relativi alle principali culture e/o religioni in una visione globale: dall’Islam, all’Induismo, dal Taoismo e confucianesimo ai diversi Buddhismi. 

> Stage sulla mediazione dei conflitti. Seminario teorico-esperienziale “Opera della Mediazione”, condotto da Debora Civello e basato sull’utilizzo delle tecniche del teatro dell’oppresso per mettere in scena il conflitto e sperimentare come uscirne in modo consapevole e costruttivo.

Intercultura e mondo giovanile.

> Educazione alla cittadinanza democratica nelle scuole secondarie. Percorsi, opportunità e incontri formativo-esperienziali che prevedono la consapevolizzazione e l’apprendimento di una cittadinanza inclusiva e attiva, di tecniche della comunicazione etica e interculturale, di esperienze di dialogo per la convivenza interetnica e interreligiosa.

> Philosophy for children (P4C). Incontri nelle scuole secondo le linee operative del progetto P.E.A.C.E per sviluppare strategie educative che forniscano strumenti cognitivi, affettivi e
sociali attraverso i quali affrontare pregiudizi e stereotipi, e che preparino gli studenti alla cittadinanza attiva in una società diversificata e complessa.

Interazioni 2019 – Festival dell’intercultura. Seminari e dibattiti, rassegne cinematografiche, eventi musicali, laboratori ludio-espressivi, mostre fotografiche, performance ed eventi culinari per il dialogo interculturale anche attraverso eventi di carattere artistico-culturale.

Festival Interazioni(2)

Cardini e decumani è il nuovo progetto nato dalla collaborazione delle associazioni Istituto di Scienze dell’Uomo (capofila), Associazione Margaret (Antropologia e Pratiche), EduAction APS, Arti in Cantiere, 2000Giovani, RiGAS ed Ecomuseo Rimini nell’ambito del Bando per progetti di rilevanza locale (DGR 1826/2020).

Cardini e decumani nasce dalla volontà di valorizzare e trasmettere il patrimonio umano, culturale, naturale e sociale di un’area della nostra città molto densa e dinamica, ma troppo spesso trascura, quale il Parco Ausa – nello specifico Parco Cervi, Parco Bondi, Parco Fabbri – e la zona residenziale attigua. Coinvolgendo direttamente le comunità territoriali e innescando dinamiche collaborative e condivisione di saperi, intendiamo indagare e rafforzare i legami sociali. Lo faremo potenziando il ruolo della sede associativa dell’Istituto di Scienze dell’Uomo e anche grazie alla mediazione di creativi, artigiani esperti e antropologi.

Obiettivi

1. Recuperare, valorizzare e trasmettere il patrimonio umano, culturale, naturale e sociale delle aree di interesse attraverso il coinvolgimento diretto delle comunità territoriali.

2. Indagare i legami sociali e l’interazione tra Identità Personale e Comunità sperimentando l’arte come mezzo di osservazione, espressione e coesione sociale.

3. Ampliare l’offerta culturale dell’area A attraverso la co-progettazione e la co-gestione di iniziative che implementino nuove forme di
socialità.

4. Innescare dinamiche collaborative e di condivisione di saperi e buone pratiche tra le comunità territoriali, anche grazie alla mediazione di creativi, artigiani e antropologi.

5. Rafforzare il ruolo di sedi associative quali presidi di innovazione culturale e sociale, strategici per la partecipazione attiva anche della popolazione “improduttiva” e a basso reddità.

progetti

Il progetto Trame Sociali nasce dalla collaborazione delle associazioni Istituto di Scienze dell’Uomo (capofila), Associazione Margaret (Antropologia e Pratiche), EduAction APS, Arti in Cantiere, 2000Giovani e Caritas nell’ambito del Bando per progetti di rilevanza locale (DGR 689/2019). Il progetto vuole favorire il protagonismo giovanile e l’incontro da un punto di vista interculturale e intergenerazionale, attraverso un linguaggio multiforme e lo stimolo della creatività.

Obiettivi

1. Promuovere il protagonismo e la partecipazione attiva dei giovani attraverso il linguaggio multiforme della creatività con metodi innovativi.

2. Favorire la creazione di processi sperimentali e inediti che i giovani trasformeranno in prototipi testati in ambienti urbani .

3. Aumentare le capacità di interazione tra coetanei in contesti significativi perché diventino propulsori di nuove idee e di un modello di partecipazione attiva e condivisa basato sulla cultura della legalità.

4. Sviluppare nei giovani il concetto di convivenza democratica e della dimensione dell’impegno alla partecipazione diretta al benessere della propria città

5. Contrastare barriere e stereotipi culturali tra i giovani affinché, nelle occasioni di contatto intergenerazionale e interculturale, diventino i promotori di un cambiamento sistemico di pensiero

6. Trasmettere competenze artigianali e artistiche per favorire nei giovani la libera espressività e consapevolezza delle proprie potenzialità nell’ottica di una progettualità futura

7. Stimolare nei giovani analisi e spirito critico e trasmettere metodologie di ricerca antropologica perché affrontino consapevolmente temi di attualità e fenomeni sociali del territorio

8. Dare ai giovani un accesso libero e gratuito ad attività legate al tempo libero promuovendo stili di vita sani

Azioni

Ricerca etnografica. Individuazione di spazi di vita comunitaria gestita e autogestita nel centro di Rimini che, attraverso il metodo learning by doing, intende coinvolgere anche minori stranieri non accompagnati del progetto Siproimi del Comune di Rimini | Margaret APS

Video. Realizzazione di un video coinvolgendo un team di giovani supportato da un video maker e un giornalista, attraverso il quale documentare l’intero progetto e promuovere una società equa ed inclusiva | Caritas

Podcast con radio Casotto. Racconto dei giovani partecipanti | 2000Giovani

Laboratorio sociale. Scambio di competenze artistico-artigianali all’interno di Arti in Cantiere, nel quale sono previsti un laboratorio di sartoria e un workshop di cucina dal mondo |Arti in Cantiere.

Labcity Bellaria I.M. Laboratori e incontri con i ragazzi delle medie e dello skatepark volti all’individuazione di azioni concrete da svolgere sul territorio | 2000Giovani

Rimini per tutti. Incontri con i bambini delle primarie di IC Centro Storico per realizzare una guida multiculturale del Centro di Rimini raffigurante i luoghi identitari dei più piccoli | EduAction.

Educazione all’ascolto. Esercizi di sound walk e costruzione di un archivio sonoro funzionale ad ampliare l’esperienza musicale giovanile, la conoscenza del paesaggio sonoro urbano e a realizzare una mappa sonora della città di Rimini | ISUR

Teatro sociale. Laboratori presso luoghi di aggregazione spontanea per sviluppare una narrazione condivisa legata al proprio vissuto e al contesto urbano | ISUR. 

Incontri in biblioteca. Incontri per promuovere la diversità attraverso letture e racconti  interculturali | ISUR.

Progetto senza titolo(19)
Progetto senza titolo(5)

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.